A MOST WANTED MAN, il canto del cigno di Philip Seymour Hoffman

LA SPIA – A MOST WANTED MAN – RECENSIONE

È davvero difficile parlare con lucidità dell’ultima interpretazione di Philip Seymour Hoffman: se, fino a pochi mesi fa, l’americano era “soltanto” un professionista stupefacente, capace di innalzare la qualità di un film con la semplice presenza, a partire dall’ultimo 2 febbraio si è trasformato in una vera e propria leggenda della recitazione, che sarà giustissimo ricordare e onorare per il maggior tempo possibile. Continua a leggere A MOST WANTED MAN, il canto del cigno di Philip Seymour Hoffman

LA FORESTA DI GHIACCIO, film fuori tempo massimo

LA FORESTA DI GHIACCIO – RECENSIONE

La foresta di ghiaccio è innanzitutto un film fuori tempo massimo, nel senso che sono anni che assistiamo ad un ri-ritorno di fiamma verso il thriller extra-urbano: volendo considerare Un gelido inverno come il precorsore di questa nuovissima moda del losco nei boschi e “True Detective” come il suo canto del cigno, viene subito da chiedersi se Claudio Noce sia riuscito ad aggiungere qualcosa di proprio a questa abusatissima micro-categoria cinematografica o se invece non si sia limitato a cavalcare l’onda, con almeno un anno e mezzo di ritardo. Continua a leggere LA FORESTA DI GHIACCIO, film fuori tempo massimo

GUARDIANI DELLA GALASSIA, il nuovo Guerre Stellari?

GUARDIANI DELLA GALASSIA – RECENSIONE

Spesso e volentieri i complessi industruali affossano la qualità potenziale di un film, allineandolo più o meno forzatamente a soluzioni standardizzate di livello medio-basso. Al contrario, nel caso di “Guardiani della galassia”, due colossi quali Marvel e Disney sono probabilmente da indicare come i principali artefici di quello che si preannuncia come un successo internazionale tanto fragoroso quanto meritato: perché il film, un’opera di intrattenimento selvaggio totalmente disinteressata alla complessità, è il frutto della fatica di un team quasi sconfinato di professionisti di prim’ordine; è la diretta conseguenza di una cultura del lavoro, della specializzazione, del merito, che andrebbe presa come punto di riferimento planetario. Continua a leggere GUARDIANI DELLA GALASSIA, il nuovo Guerre Stellari?

GONE GIRL, molto piu’ di un thriller

GONE GIRL – RECENSIONE

Negli ultimi 20 anni David Fincher ha percorso a più riprese la via del thriller, arricchendo le proprie opere (spesso esemplari) con contenuti sempre inediti: ha caricato “Seven” di riflessioni mistico-religiose, ha effettuato un vero e proprio lavoro di archivio con “Zodiac”, ha spinto l’acceleratore sull’adrenalina pura in “Panic Room” e ha portato “Fight Club” oltre ogni parossismo immaginabile. Continua a leggere GONE GIRL, molto piu’ di un thriller

BUONI A NULLA, spassosamente drammatico

RECENSIONE BUONI A NULLA

In “Buoni a nulla” c’è una bellissima inquadratura che descrive perfettamente la sensibilità agrodolce di Gianni Di Gregorio: a pochi minuti dall’inizio del film, il regista/protagonista viene ripreso in piano americano, nell’atto di fumare una sigaretta elettronica sui tetti di un’azienda che affaccia sul GRA. Continua a leggere BUONI A NULLA, spassosamente drammatico

SOAP OPERA, tanto fumo poco arrosto

RECENSIONE SOAP OPERA

Soap Opera” di Alessandro Genovesi è stato presentato alla stampa presente presso il nono Festival Internazionale del Film di Roma, raccogliendo numerosi pareri entusiastici.

Stando agli applausi in sala e, soprattutto, alle diverse dichiarazioni d’amore rivolte al regista durante la conferenza seguente, mi sembra di poter dichiarare con ragionevole certezza che il film sia stato etichettato come “coraggioso”, “brillante”, “nuovo”. Nelle righe che seguono proverò a raccontare ciò che ho visto e a spiegare perché trovi i tre aggettivi di cui sopra davvero poco calzanti. Continua a leggere SOAP OPERA, tanto fumo poco arrosto