KINGSMAN – SECRET SERVICE: Bond, la posa, il pop, il fumetto

KINGSMAN – SECRET SERVICE – RECENSIONE

Matthew Vaughn non sarà mai il re dei cinecomic (ma ce n’è mai stato uno? Ne serve qualcuno?), perché Kingsman – Secret Service è la conferma di quanto il suo cinema sia di più ampio respiro, un piccolo capolavoro pop capace di prendere i limiti insiti di più generi odierni, di comprimerli nei generi stessi e di lanciarli addosso allo spettatore come con una pistola da paintball. Continua a leggere KINGSMAN – SECRET SERVICE: Bond, la posa, il pop, il fumetto

JOHN WICK, action movie tamarro e divertente

JOHN WICK – RECENSIONE

Avvicinarsi a un film come John Wick con circospezione è quantomai necessario, ma altrettanto necessario è non farsi condizionare dalle premesse. Il rischio è alto perché gli ingredienti per la cagata colossale ci sono tutti e arrivano qui in ordine sparso: Stahelski e Leitch sono 2 ex stuntman prestati alla regia, il trailer lascia timidamente perplessi e Reeves torna alla ribalta affidandosi al ruolo stra-abusato del vendicatore… Insomma ci sarebbe poco da stare allegri, perché il pensiero scivola immediatamente a Liam Neeson nei panni di Bryan Mills e alla trilogia dei vari Taken iniziata con il razzista (quasi xenofobo) Io vi troverò. Continua a leggere JOHN WICK, action movie tamarro e divertente

TURNER, quando il cinema diviene arte pittorica

TURNER – RECENSIONE

Joseph Mallord William Turner, dichiariamo la verità… quanti tra voi lo conoscono? E allora, perché è importante Turner? o meglio, perché vale la pena andare a vedere l’ultimo film di Mike Leigh (Segreti e Bugie 1996 – Il Segreto di Vera Drake 2004 – Another Year 2010)? Continua a leggere TURNER, quando il cinema diviene arte pittorica

Unbroken, storia di coraggio e umiltà

UNBROKEN – RECENSIONE

La stagione cinematografica appena iniziata, ci ha regalato storie e imprese di grandi uomini: su tutti il matematico Alan Touring (The Imitation Game) e il celebre fisico Stephen Hawking (La teoria del tutto), uomini dotati di grande intelletto che hanno saputo sfidare pregiudizi e ostacoli, dando prova che le barriere, spesso, vivono solo nella nostra testa. Ma c’è un altro uomo – forse meno brillante e meno conosciuto dei due appena citati – che ha fatto della tenacia il suo credo e la cui storia non poteva non essere raccontata. Quell’uomo è Louis Zamperini. Continua a leggere Unbroken, storia di coraggio e umiltà

STILL ALICE: l’Alzheimer, la delicatezza, la bravura

STILL ALICE – RECENSIONE

Quella di Still Alice è una delicatezza sfrontata, tanto avvolgente quanto poi capace di esaurirsi in un soffio. Un soffio che può essere letto sia come culmine che come annullamento: è congenito all’argomento stesso, L’Alzheimer precoce, il non poter (e forse il non dover) essere raccontato cercando una drammatizzazione. Continua a leggere STILL ALICE: l’Alzheimer, la delicatezza, la bravura

THE AFFAIR: costruzione di un tradimento

Dal cinema alla letteratura, il tradimento è da sempre uno degli argomenti più trattati, perché colpisce nel profondo della nostra anima, ci permette di indagare dentro noi stessi per capire se saremmo davvero in grado di perdonare, o addirittura di compiere certe azioni. La domanda che ci si pone ogni volta è la stessa: che cosa ci spinge a tradire il compagno/a che fino a un momento prima credevamo di amare più di qualsiasi altra cosa? Continua a leggere THE AFFAIR: costruzione di un tradimento