LA FORESTA DI GHIACCIO, film fuori tempo massimo

LA FORESTA DI GHIACCIO – RECENSIONE

La foresta di ghiaccio è innanzitutto un film fuori tempo massimo, nel senso che sono anni che assistiamo ad un ri-ritorno di fiamma verso il thriller extra-urbano: volendo considerare Un gelido inverno come il precorsore di questa nuovissima moda del losco nei boschi e “True Detective” come il suo canto del cigno, viene subito da chiedersi se Claudio Noce sia riuscito ad aggiungere qualcosa di proprio a questa abusatissima micro-categoria cinematografica o se invece non si sia limitato a cavalcare l’onda, con almeno un anno e mezzo di ritardo. Continua a leggere LA FORESTA DI GHIACCIO, film fuori tempo massimo