PICCOLE CREPE, GROSSI GUAI è un pugno in faccia

RECENSIONE PICCOLE CREPE, GROSSI GUAI

«Devi andare in scena»
«Non riesco più a dormire e le poche volte che prendo sonno, sogno di non riuscire a dormire»
«Senti Antoine non me ne frega un cazzo, alza il culo e vai sul palco, la gente ti aspetta».
Antoine si alza, attraversa il palco senza mai voltarsi, trascinando con sé un valigia…

Inizia così “Piccole crepe, grossi guai” e mai traduzione italiana del titolo originale fu più fuorviante. Il film di Pierre Salvadori (Beautiful Lines) è un pugno in faccia assestato con delicatezza, quasi non lo senti ma ti sega l’anima senza che te ne accorga, aprendo una crepa. Continua a leggere PICCOLE CREPE, GROSSI GUAI è un pugno in faccia